Berlino, storia e innovazione

Berlino, capitale della Germania, abitata da milioni di abitanti è allo stesso tempo città ricca di storia, che nonostante i tragici eventi non si è mai piegata ed è sempre stata al passo con il progresso evolutivo. Oggi, recuperata l'antica struttura, prima di esser rasa al suolo, si preoccupa di crescere ancora, di cambiare, evolversi. È ormai una delle capitali più moderne, attrezzate a livello di infrastrutture e progredite artisticamente e culturalmente.

Composizione fotografica

Henri-Cartier Bresson disse che "Fotografare è porre sulla stessa linea di mira la mente, gli occhi e il cuore", la base della composizione di uno scatto fotografico. La tecnica di composizione dell'inquadratura è fondamentale, così come la comunicazione e l'espressività, ma, in alcuni casi, tutto questo cessa di esistere. Certe volte si è costretti a superare il muro posto dal ragionamento e dalla mente e si fotografa col cuore.

Il risveglio della natura

Negli ultimi giorni il clima ha proprio lasciato desiderare. Dopo la neve, lunghe giornate di pioggia e nuvole, iniziano a intravedersi alcune giornate di sole. La natura però non ha tardato a presentarsi al suo appuntamento. 

Foto floreali, da dove cominciare?

Fotografia floreale, 3 sono gli step di partenza per realizzare scatti fantastici. Impara a sfruttare al meglio l'inquadratura, scegli i soggetti principali e quelli secondari. Gestisci la profondità di campo in modo da far emergere e risaltare ciò che sta in primo piano rispetto a tutto il resto. Dai importanza ai dettagli, sono questi che fanno davvero la differenza. Infine non dimenticare lo sfondo, nonostante possa sembrare di minor importanza, la sua funzione è fondamentale per la perfetta riuscita di un grande scatto, bilanciato e armonioso.

Atene, dall’Acropoli alla Metropoli

Atene, la grande capitale della Grecia. Patrimonio culturale, ricca di arte e siti archeologici dal valore inestimabile. È oggi una delle metropoli più affollate e frequentate al mondo sia per il numero elevato di abitanti che per il turismo. Segnata da una storia di migliaia di anni è ricca di testimonianze estremamente diversificate. Tutta sviluppata a partire dalla maestosa Acropoli, l'origine di tutto ciò che oggi è diventata, giunta a noi dopo oltre 2450 anni di vita.

Fotografie, molto più che semplici immagini

Che valore ha la fotografia? Quando realizziamo uno scatto non stiamo solo salvando un file, stiamo interpretando una storia, la stiamo riportando attraverso il nostro punto di vista. Nel momento in cui noi ci mettiamo dietro a una macchina fotografica, in realtà, stiamo facendo molto di più di ciò che possiamo immaginare. Chi fotografa ha uno scopo ben preciso, il documentare, il poter avere qualcosa per ricordare. Allo stesso modo questa visione può essere presa da un altro punto di vista, chi osserva può cogliere quello che il fotografo aveva intenzione di catturare, ma senza il vincolo dell'interpretazione originale, può renderla sua!

A spasso per Mykonos

Mykonos, una delle più belle isole delle Cicladi e di tutta la Grecia. Mare cristallino, spiagge incontaminate e perfettamente attrezzate per andare incontro a ogni necessità del turista. Una schiera di bar in riva al mare permettono di gustare appieno la tradizione culinaria sfiziosa e un pò fuori dal comune, degna di essere provata almeno una vota. Case bianche come la neve, vie strette, tanti, tantissimi negozi, ristoranti e tante persone, tutte pronte a raccontarvi un pezzo della loro storia, delle tradizioni, delle usanze, un pezzo della storia di Mykonos.

“Per non dimenticare” Ma nemmeno solo per ricordare

Sabato scorso, 27 gennaio 2018, è stato "Il Giorno della Memoria", una ricorrenza internazionale celebrata ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell'Olocausto. Non di tratta solamente di un omaggio alle vittime, ma anche di un riconoscimento pubblico e collettivo di un fatto grave di cui l'Europa è stata capace, e a cui l'Italia ha attivamente collaborato. Guardiamo anche ai giorni nostri, sono passati anni ormai dall'Olocausto degli Ebrei, eppure, a quanto pare, il messaggio non ci è ancora giunto. Come possiamo ricordare e basta, come possiamo essere a conoscenza di tutto ciò che è successo e accettare che nel mondo ci sia ancora guerra, che ogni giorno centinaia, migliaia di uomini muoiano, civili, soldati, donne, bambini, tutti indistintamente. Come possiamo accettare la Guerra?

Ecco la foto scelta dal Papa conto la guerra

Basta alla guerra! Basta alla violenza!" Questo il messaggio che emerge dalla foto di Nagasaki nel '45, scelta da Papa Francesco come denuncia nei confronti di tutte quei conflitti che colpiscono troppi paesi, popolazioni e uomini, ogni giorno, in tutto il mondo. La foto del bambino, col fratello morto legato alle spalle è, come il Pontefice stesso ha scritto, "il frutto della guerra".

Tra i Canali di Venezia

Venezia, la città sul mare, unica, tutta da scoprire a piedi, canale per canale!