Un occhio di riguardo per casa nostra

Cosa sta succedendo alla nostra casa? Come preservare il nostro habitat naturale? Cosa sta cambiando nel mondo e a cosa fare attenzione? Nell'articolo l'attenzione si soffermerà sulle principali problematiche naturali e le ripercussioni che si genereranno sul globo intero.

Il risveglio della natura

Negli ultimi giorni il clima ha proprio lasciato desiderare. Dopo la neve, lunghe giornate di pioggia e nuvole, iniziano a intravedersi alcune giornate di sole. La natura però non ha tardato a presentarsi al suo appuntamento. 

“Per non dimenticare” Ma nemmeno solo per ricordare

Sabato scorso, 27 gennaio 2018, è stato "Il Giorno della Memoria", una ricorrenza internazionale celebrata ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell'Olocausto. Non di tratta solamente di un omaggio alle vittime, ma anche di un riconoscimento pubblico e collettivo di un fatto grave di cui l'Europa è stata capace, e a cui l'Italia ha attivamente collaborato. Guardiamo anche ai giorni nostri, sono passati anni ormai dall'Olocausto degli Ebrei, eppure, a quanto pare, il messaggio non ci è ancora giunto. Come possiamo ricordare e basta, come possiamo essere a conoscenza di tutto ciò che è successo e accettare che nel mondo ci sia ancora guerra, che ogni giorno centinaia, migliaia di uomini muoiano, civili, soldati, donne, bambini, tutti indistintamente. Come possiamo accettare la Guerra?

Ecco la foto scelta dal Papa conto la guerra

Basta alla guerra! Basta alla violenza!" Questo il messaggio che emerge dalla foto di Nagasaki nel '45, scelta da Papa Francesco come denuncia nei confronti di tutte quei conflitti che colpiscono troppi paesi, popolazioni e uomini, ogni giorno, in tutto il mondo. La foto del bambino, col fratello morto legato alle spalle è, come il Pontefice stesso ha scritto, "il frutto della guerra".