Pola, la Roma croata

A circa 100km dal confine italiano, lungo la costa adriatica, risiede un’antica città, ricca di storia e cultura. Sto parlando di Pola, il più grande centro urbano su tutto il territorio istriano.

Popolata da circa 60 mila persone, è una delle zone più visitate della Croazia. É inevitabile notare la netta linea di confine tra periferia e centro, le strutture moderne sono ormai perfettamente integrate tra le vie e le abitazioni più datate.

Le strade principali si diramano sempre di più, sfociando in nuovi vicoli, sempre più stretti e caratteristici. Gli edifici su più piani, le case familiari e le antenne sui tetti sono le cose che prima saltano all’occhio, così come gli immancabili panni appesi fuori ad asciugare.

Diversi sono gli edifici, specialmente di origine romana, che ancora oggi sono agibili e in condizioni davvero ottime. Mi riferisco, ad esempio, al Tempio di Augusto, situato nella piazza principale. In realtà però devo confessare che il piccolo “museo” a pagamento al suo interno mi ha deluso moltissimo. Entrando infatti troverete solamente pochi reperti, soprattutto bassorilievi a parete, e poi una serie di manichini impagliati, tutti seduti ordinatamente, che nonostante l’apparente particolarità, rendono, peraltro, difficoltosa la visita.

Proseguendo per le viette secondarie si trovano moltissimi negozi, sia di prodotti alimentari tipici, sia d’abbigliamento, sempre ben intervallati da edifici storici, come nel caso dell’arco marmoreo riportato di seguito.

Ho poi visitato un castello che si trova sulla cima della collina della città. La struttura è molto ben conservata, e ospita, tra l’altro, un museo degno di essere visitato. Salendo sulle mura laterali si ha una vista a 360 gradi sulla città e il porto sottostante.

Da subito salterà all’occhio un edificio del tutto fuori dal normale, la grande Arena di Pola. Perfettamente conservata e restaurata è davvero impressionante, la stazza notevole spicca tra gli edifici moderni, conquistando ancora gli sguardi di tutti i passanti.

Ti consiglio tra l’altro di fermarti per una sosta culinaria lungo le vie principali, sono ottimi i piatti di pesce, ma quelli di carne, a mio parere, meritano ancora di più.

In conclusione, ti consiglio davvero di visitare Pola qualora ti ci trovasti nelle vicinanze, merita di essere vista almeno una volta nella vita.

Ci eri già stato? Ti piacerebbe visitarla? Fammi sapere che ne pensi!

10 thoughts on “Pola, la Roma croata

  1. Ciao Riccardo, il mio ragazzo ed io stiamo progettando un futuro viaggio in questa zona.Grazie,il tuo post mi è stato davvero utile per capire che Pola sarà una tappa imprescindile del nostro tour croato. Complimenti per il blog! Saluti da Bologna☺️

  2. Abbiamo visitato Pola in settembre del 2014 a parte i divieti per camper, eravamo in camper, l’abbiamo visitata abbastanza velocemente proprio per paura, di multe o sequestro del camper come ho visto poi fare a Rovigno, abbiamo comunque visitato il forte c’era una simpatica signora che da piccola pascolava le armente da una famiglia veneta