Formentera, un mare di emozioni

Durante il soggiorno a Ibiza, sulla quale ho scritto un articolo che ti invito a leggere, qualora non l’avessi già fatto, mi è parso quasi d’obbligo visitare Formentera.

Il tragitto in traghetto è molto breve, è possibile ammirare le coste e le tante isolette che si trovano tra le due sorelle maggiori. Appena discesi si percepisce già un’aria diversa, molto calma e rilassante.

Anche qui, come a Ibiza, il mezzo che va per la maggiore è il taxi, e se ne voleste prendere uno, non allarmatevi, non hanno alcun tassametro, i prezzi sono già prestabiliti in base alle tratte. Giunti alla destinazione scelta, l’attenzione converge interamente verso il vero e unico protagonista, il mare. Sono veramente poche le spiagge che non meritano di essere visitate almeno per un giorno. Io purtroppo, per limiti di tempo, ho dovuto selezionarne solamente due.

La prima che ho visitato è stata Ses Illetes, una magnifica riserva naturale, vigilata e protetta, che ospita alcune spiagge davvero uniche. Il mio consiglio è quello di arrivare presto, quando i turisti sono ancora pochissimi, per poter andare sulla riva, immergere i piedi nella sua finissima sabbia, chiara e ricca di conchiglie, ammirando tutta la straordinaria bellezza del mare, cristallino e dai colori tanto sgargianti da sembrare un dipinto.

Come si può vedere dalle foto il mare merita veramente: meravigliosa la vista dalla riva e adatta per chi ama immergersi o magari dedicarsi allo snorkeling, apprezzando le diverse specie di pesci che nuotano in branchi a pochi metri dalla riva. Lasciando poi Illetes, sono diverse le calette disseminate sul perimetro dell’isola che meriterebbero di essere visitate. Avendo a disposizione pochi giorni però, la scelta è caduta su Cala des Mors.

Le foto parlano da sole, l’acqua è qualcosa di straordinario, davvero indescrivibile. Per chi li desidera, sono anche disponibili lettini e ombrelloni, il sole sa dare davvero il meglio di se’. Dirigendosi verso gli estremi della cala si possono apprezzare diverse strutture rocciose naturali, scavate nella parete rocciosa dai venti che creano grotte naturali, dove ci si può riparare dal sole e dal caldo.

Dirigendosi verso i centri principali come Es Pujol, si può apprezzare tutta la movida notturna. Lungo la via principale, oltre a un tripudio di luci, si sfila tra una serie di bancarelle e negozi graziosi. Sono molti i locali che offrono aperitivi, drink e cocktail di qualità. Consiglio vivamente di assistere almeno a un’alba dall’isola, è qualcosa di veramente emozionante. Il cielo e il mare si colorano di tinte rosso violacee molto particolari, davvero uniche.

il responso finale è dunque estremamente positivo, Formentera merita veramente la fama che possiede e di essere definita un’isola unica, dal mare cristallino, con oasi naturali, cittadine piacevoli e rilassanti, in grado di generare emozioni uniche.

Che ne pensi, ti piacerebbe visitarla prima o poi? Ci eri già stato? Mi raccomando, fammelo sapere qui sotto nei commenti!

Ps: Per ora sono ancora in Croazia, ma nei prossimi giorni mi sposterò verso nuove mete. Se vuoi sapere dove non perdere gli aggiornamenti in tempo reale sul mio profilo Instagram, Clicca qui!

31 thoughts on “Formentera, un mare di emozioni

  1. Splendido post correlato da immagini straordinarie, molto suggestive. Potrei chiederti il permesso di utilizzare la tua ultima foto per una mia poesia ? Mi piace troppo. Grazie mille. La poesia è già pubblicata con un’altra foto presa dal web. La tua merita di più e la vedo giusta per quello che ho scritto. Ciao e complimenti. Isabella

      1. Carissimo Riccardo mi fai felice. Grazie di cuore. Correggo, tolgo la foto e metto subito la tua e ti mando il link. Un abbraccio. Isabella

  2. Bella la Croazia, visto che vengo da lì alla lontana e “indosso” per il blog il nome del mio trisnonno. Sibenik, Dugi Otok Brac Dubrovnik, e mi fermo alla sola Dalmazia perché l’interno è anche più affascinante.
    Formentera no, dovevo andarci perché avevo vinto un viaggio messo in palio dalla mia azienda ma mi sono preso la febbre a 39° la sera prima della partenza. E le tue foto ahimè fanno aumentare il rammarico per non essere andato.

  3. Ciao Riccardo,ho vistole tue foto e devo dire che sei davvero bravo con lamacchina fotografica, anche ame piace molto fotografare, solomimanca la tecnica, e ho cominciato a seguirti anche per acquisirne un po’. Io vivo alle Canarie e faccio spesso foto, se vuoi vienia vederle sul mio blog,
    https://100cosedafareatenerife.wordpress.com/2018/08/29/sei-una-persona-tranquilla-e-introversa-ecco-lisola-canaria-che-fa-per-te/
    Tra pochi giorni ne pubblichero’ molte altre! Cosi posso avere il parere di un esperto 😉

    1. Ciao, grazie mille per il link. Mi piacerebbe moltissimo visitare le Canarie, purtroppo non ci sono mai stato, e vedendo le tue foto mi è venuta ancora più voglia. Chi lo sa, magari questa è la volta buona!