Ibiza, l’isola che non dorme mai

Quest’estate ne abbiamo sentito parlare molto, sono diversi i Vip che hanno deciso di trascorrere le loro vacanze da sogno a Ibiza. L’isola dell’arcipelago delle Baleari sta conquistando sempre più turisti per le sue spiagge, il suo mare cristallino e la straordinaria vita notturna, unica nel suo genere.

Anch’io, come molti altri, non ho potuto resistere alla tentazione: ho fatto le valige e son partito. Circa tre settimane fa ho lasciato l’Italia, mi sono recato a Milano Malpensa, e dopo circa un’ora e quarantacinque siamo atterrati sulla tanto attesa Ibiza.

Nei giorni seguenti c’è stato modo di immergersi realmente in quelli che sono i ritmi e le usanze della popolazione locale. Ho avuto modo di apprezzare il fresco e cristallino mare, tanto straordinario da non temere confronti. Le grandi spiagge sabbiose, come Plaja d’en Bossa, sono spesso le più affollate, principalmente perché si trovano in prossimità dei principali centri di raccolta cittadina.

Ciononostante, sono le cale a meritare la maggiore attenzione, piccole insenature naturali, principalmente rocciose, che incastonano come una pietra preziosa, l’azzurro del mare. Sono diverse quelle che meritano particolare attenzione, ma in generale, tutte quelle che si trovano sulla costa ovest. Le più gettonate sono sicuramente Cala Comte e Cala Bassa, ma poche sono quelle che non meritano di essere visitate. Non potrai poi fare a meno di assistere almeno a un tramonto e un’alba, ne vale veramente la pena.

Tralasciando il mare, l’attenzione si proietta interamente su ciò che realmente ha reso Ibiza, degna della sua fama, la vita notturna.

Ho parlato di notte, ma in realtà qui la musica non finisce mai, 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Infatti, già a partire dal pomeriggio, iniziano ad aprire i locali e le discoteche più famose del mondo intero. Ushuaïa, , Amnesia, e molte altre ancora, sono queste i palchi più ambiti per i Dj più famosi del mondo. Ogni giorno sarà possibile poter assistere a una performance di Martin Garrix, Dimitri Vegas & Like Mike, David Guetta, Tiësto e moltissimi altri.

Le strutture sono veramente degne della loro fama, impianti all’ultimo grido, scenografie, luci, effetti speciali e fuochi d’artificio sono all’ordine del giorno, per non parlare di gadget che vengono regolarmente regalati.

Gli unici lati negativi, che non van dimenticati, è sicuramente il costo dei biglietti, infatti si aggira tra i 40€ e i 65€ senza consumazione. Ed è forse quest’ultima la nota dolente, in quanto le bevande, se acquistate all’interno, sfiorano cifre impensabili, da 9€ per una bottiglietta d’acqua, fino a 17€ per una birra o più per i drink. Quindi se ti capiterà di andarci, assicurati di aver assunto un’ottima scorta idrica, a meno che tu non voglia alleggerire parecchio il portafogli.

Per quanto riguarda i mezzi, l’isola è ben organizzata, gli autobus sono disponibili ogni mezz’ora tutti i giorni, e hanno prezzi veramente accessibili, ma non credo siano i mezzi preferibili. Mi sono infatti trovato meglio usando i Taxi, nonostante possa sembrare una scelta folle, sono invece molto convenienti, soprattutto se si è in 3 o 4, costando solamente 0,98€ al chilometro.

Insomma, è un po’ un’isola che può farsi apprezzare da parecchi turisti, soprattutto i giovani con la voglia di ballare, cantare e far festa tutta la notte, ma anche per coloro che desiderano godersi un mare vivo, cristallino e dalle spiagge mozzafiato.

Ci eri mai stato? Se si cosa hai visitato? E cosa ti è piaciuto di più? Mi raccomando, fammelo sapere qui sotto nei commenti!

Ps. Ora sono in Croazia, ma prima uscirà un nuovo articolo su Formentera. Se vuoi rimanere aggiornato in tempo reale sui miei viaggi e le mie avventure puoi sempre seguirmi su Instagram, basta cliccare Qui!

17 thoughts on “Ibiza, l’isola che non dorme mai

    1. Mi spiace che per quest’anno abbia abbandonato il mare, capisco il disagio però, sia per come vengono trattati i posti, sia per quello che viene continuamente abbandonato, rovinando il paesaggio

  1. Non avevo terminato! Dicevo… il segreto di atlantis…la zona di Santa Eulalia…gli aperitivi in città a Marina de Botafog…Ibiza è mille volti…mica solo discoteche e rave party! La ADORO! Per me … Ibiza batte Formentera 10 a 0!

  2. Troppo chiasso non mi piace, ma un mare mozzafiato con lo sfondo di un alba od un tramonto, sarebbe da ammirare. Assurdo però il prezzo di una bottiglia d’acqua, 9 euro 😐 . Quanto meno, i taxi sono mille mille mille volte dei nostri ladroni in Italia! Insomma, ci sono i lati positivi come quelli negativi. Ah però! Chissà quanto giro di soldi c’è lì… a trovarlo un lavoro lì, e ti metti apposto tutta la vita 😆 o no?

    1. Sicuramente ci sono dei prezzi veramente inaccessibili e altri molto convenienti. Sono tantissimi gli italiani, giovani soprattutto che si trovano un lavoretto estivo, o anche per l’anno intero. Non so di preciso quanto potranno guadagnare, quel che è certo è che se sono così tanti, sicuramente sarà vantaggioso!

    1. Ciao, non so bene dove tu sia stato. Non so se hai seguito tutti i miei viaggi, ma quest’anno, dopo le due setimane a Ibiza ne ho trascorse altre due in istria. Ho girato un po, tra Poreč, Umag, Rovigno, Pola e alcune altre, tralasciando gli impianti e l’organizzazione, solo analizzando il mare, sicuramente quello Croato merita, ma certe cale che ho visto sul versante Ovest non credo proprio siano facilmente eguagliabili. Nonostante questo hanno entrambi un mare veramente meritevole