Il Castello Visconteo e i suoi abitanti

Il Castello Visconteo di Pavia fu costruito per volontà di Galeazzo II Visconti tra il 1360 e il 1365. Al suo interno vi sono sale che ancora conservano preziosi affreschi di età viscontea e sforzesca. Pur essendo privo dell’ala settentrionale con la quale la residenza ducale si affacciava sul Parco, congiungendosi così alla Certosa, il Castello mantiene intatta la suggestiva armonia dell’architettura tardo-gotica lombarda.

IMGL3447.jpg

Oltre agli interni, che ospitano un patrimonio non indifferente di reperti storici e opere, desidererei soffermarmi sull’esterno. L’edificio a base quadrata si impone maestosamente al centro di un giardino circostante, ricco delle più svariate specie di alberi e fiori.

IMGL3506.jpg

Oltre ad essere un luogo molto piacevole da visitare per tutti gli appassionati di arte e storia, è sicuramente un luogo perfetto per passare del tempo in compagnia o per realizzare degli scatti unici. L’area interna e circostante al Castello infatti, è disseminata di moltissime forme di vita meravigliose e anche abbastanza insolite. L’esempio forse più immediato è quello dei pappagalli.

IMGL3590.jpg

Come ha spiegato Francesca Manzia, responsabile del Centro Recupero Fauna Selvatica LIPU, Lega protezione uccelli, di Roma, «Sono le due specie di pappagalli che hanno colonizzato non solo Roma ma la maggior parte delle città europee. Probabilmente si è trattato di liberazioni dovute a situazioni di commercio illegale per non essere colti in flagranza ». Hanno scelto il castello come loro habitat ed è dunque frequentissimo che turisti e cittadini si imbattano in questi esemplari meravigliosi.

IMGL3695.jpg

L’edificio Visconteo appare come un capolavoro anche di sera, è infatti interamente illuminato, in modo da esaltarne la magnificenza e la bellezza.

IMGL3786.jpg

Tutti i locali interni sono oggi visitabili durante gli orari di apertura dei musei civici. Le Scuderie ospitano, stagionalmente, mostre di opere provenienti dal mondo intero.

Mi piacerebbe infine segnalare un evento che mi sta particolarmente a cuore.  Dal 3 febbraio al 3 giugno 2018, le Scuderie del Castello ospiteranno un’ampia retrospettiva dedicata al lavoro di Steve McCurry (Darby, PA, 1950), uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea. L’esposizione presenta oltre 100 scatti in grado di ripercorrere quarant’anni di carriera del fotografo americano.

 

A3-McCurry-logo-Trenord-724x1024.png

15 thoughts on “Il Castello Visconteo e i suoi abitanti

  1. Bellissimo il tuo servizio ed io aggiungo che a Roma Le colonie di parrocchetti si sono formate in maniera lineare e non hanno niente a che fare con il commercio illecito.

    Io li vedo regolarmente al parco anche ripresi ma non riesco a caricare il mio video.

    https://youtu.be/MaxxmPL6o5A

    Sherabientot grazie

  2. grazie per il supporto al mio blog, riccardo. è anche per gente come te che continuo con la pubblicazione del romanzo. e complimenti per le belle foto!

Rispondi